come togliere macchie di caffè

Come togliere macchie di caffè?

Oggi tratteremo un argomento che suscita molta curiosità, ovvero come togliere macchie di caffè. Non ci sono dubbi che tra le numerose bevande, il caffè sia per eccellenza la più consumata in qualsiasi momento della giornata.

Appena svegli, per iniziare bene la giornata, dopo pranzo o durante una pausa lavorativa, un buon caffè espresso italiano, come quello che trovi su SaidaEspressoCialde, è la pausa perfetta. Quante volte ti è successo di trovare una macchia caffè su un vestito, o ancora macchie su divani, tappeti, tovaglie o moquette. È importante sapere che per smacchiare i capi senza danneggiare i tessuti, è importante agire in maniera tempestiva, eliminandola senza grossi problemi.

Quando la macchia di caffè è recente, infatti, si può eliminare la macchia direttamente con l’acqua sotto pressione. Come? Semplicemente appoggiando il capo macchiato su un contenitore, per poi passarlo sotto l’acqua molto calda. Il gioco è fatto. Se, al contrario, la macchia è “vecchia”, allora si può provare con uno dei numerosi metodi, sia naturali che chimici, consigliati per levare i possibili aloni lasciati dal caffè.

Come togliere macchie di caffè con l’aceto

Sapevi che è possibile eliminare le macchie di caffè soltanto usando aceto di mele o aceto bianco? Si tratta certamente di un funzionale, oltre che naturale, rimedio per rimuovere le macchie. Per ottenerlo basta mescolare due cucchiai di aceto con sei di acqua distillata. Inserisci il composto all’interno di un contenitore con spruzzino, e dopo averlo agitato spruzzalo direttamente sulla parte in cui si trova la macchia. Lascia che la soluzione agisca per circa 15 minuti. Per concludere, strofina con uno spazzolino la parte interessata e poi procedi con il normale lavaggio.

Si tratta indubbiamente di un potente smacchiatore naturale, oltre che economico. Ideale non soltanto per le macchie e gli aloni di caffè. Un’alternativa valida? Prova l’aceto di vino bianco. In questo secondo caso, basta unire due cucchiai di aceto bianco con un bicchiere di acqua tiepida. Una volta pronto il composto, tampona con delicatezza la macchia, aiutandoti con un panno pulito. Continua a tamponare fino a quando l’alone non scompare del tutto.

Come togliere macchie di caffè: usa il sapone di Marsiglia

Avevi mai pensato ad usare il sapone di Marsiglia? Si tratta di uno dei più efficaci smacchiatori in assoluto, efficace anche sulle macchie di caffè. Elimina i residui di caffè usando la carta da cucina e poi passa la pietra di sapone direttamente sulla macchia e lascia agire per circa 10 minuti. Fatto? Bene, adesso puoi risciacquare. Ripeti l’operazione, se necessario, fino ad eliminare del tutto l’alone.

Capi bianchi? Usa la candeggina

Come togliere macchie di caffè su un capo bianco? Per i tuoi capi delicati puoi usare direttamente la candeggina, versando un po’ di prodotto proprio sulla macchia. Ancora una volta, lascia agire e poi avvia il consueto ciclo di lavaggio. In caso di macchia ostinata che fare?

Rimedi naturali contro le macchie di caffè

Ora guarda questo. Si possono usare accorgimenti specifici, diversi l’uno dall’altro, in base al tessuto macchiato da trattare. Proviamo a vedere insieme un breve elenco di possibilità, dalle più comuni alle più particolari:

Come smacchiare il cotone?

Vuoi levare una macchia di caffè dal cotone? Le opzioni sono fondamentalmente due, in base allo stato della macchia (fresca o vecchia). Nel primo caso, quindi se la macchia non si è ancora ossidata, basta poggiare la parte interessata sopra una bacinella vuota e versarvi sopra dell’acqua molto calda, oppure tamponare con un po’ d’acqua tiepida a qualche goccia di acqua ossigenata.

In caso contrario, se la macchia è vecchia, tampona con glicerina e poi ancora con un po’ di ammoniaca e alcol.

Come trattare i tessuti delicati?

Per i tessuti delicati passiamo ad esporti un altro metodo. In questo caso è necessario usare un composto lubrificante, come ad esempio la glicerina mescolata ad un cucchiaino di aceto. Risciacquare e poi strofinare delicatamente con acqua e alcol. Fatto? Risciacqua ancora il capo in oggetto.

Discorso a parte per la seta. Trattandosi di un tessuto molto delicato, è necessario intervenire con acqua gassata. Tolta la macchia è possibile asciugare con phon!

E per smacchiare la moquette e i tappeti?

Hai accidentalmente macchiato la moquette o il tuo tappetto preferito con un po’ di caffè? Nessun problema. Per questo tipo di macchia è possibile usare un po’ d’acqua tiepida o, se possibile, un po’ d’acqua gassata! Vuoi un’alternativa? Allora puoi ricorrere tranquillamente all’alcol e all’aceto mescolati insieme in parti uguali. Se la macchia da rimuovere è vecchia, la soluzione migliore è la lisciva con il sale, da ricoprire con glicerina. Dopo l’applicazione, lascia agire per circa mezz’ora e poi risciacqua.

Come togliere le macchie dal materasso?

A chi non è capitato di sorseggiare il caffè a letto, magari in una giornata uggiosa e fresca? A chi non è successo di farlo cadere per sbaglio? Per rimediare vi consigliamo di buttare il materasso! No, ovviamente scherziamo! Ecco come eliminare, in modo facile e naturale, le macchie presenti sul materasso. Per ottenere il composto da versare all’interno di un contenitore provvisto di spray, procurati questi ingredienti, nelle dosi qui consigliate:

  • Glicerina
  • 4 bicchieri di acqua bollente
  • 2 cucchiai di sapone di Marsiglia grattugiato
  • 2 cucchiai di bicarbonato
  • 1 bicchiere di aceto bianco

Hai preso tutto? Allora procedi mischiando insieme: acqua bollente con sapone di Marsiglia, bicarbonato e aceto bianco. Con un batuffolo di cotone, inumidito con la glicerina, tampona la macchia e poi lascia che agisca (dovrebbero bastare circa 15 minuti). Fatto questo, puoi usare sulla parte interessata il composto che hai preparato, strofinando con una pezza pulita e umida.

Cosa non devi usare per le macchie di caffè?

Ti capiterà di leggere di utilizzare, per togliere efficacemente le macchie, tuorlo d’uovo o limone. Il consiglio è: non farlo. Quando si tratta di macchie è preferibile ricorrere alle soluzioni “tradizionali” di cui abbiamo parlato, come la glicerina, l’ammoniaca e l’aceto di mele. Ricorda infine che se la macchia è fresca, la scelta più efficace è l’acqua molto calda a contatto diretto con la parte interessata.

Che fare quando sei fuori casa?

La domanda sorge spontanea: come togliere macchie di caffè quando si è fuori casa? Inumidisci la parte con acqua frizzante e strofina fino ad eliminare completamente l’alone. Per asciugare il capo, aiutati con un’asciugatrice per mani, generalmente sempre presente all’interno della maggior parte delle attività commerciali.

Questo tutto ciò che c’è da sapere sull’argomento del giorno: come togliere macchie di caffè. Speriamo di esserti stati utili, continua a seguirci per rimanere aggiornato e goderti il tuo caffè in qualsiasi momento della giornata.

come-decalcificare-la-macchina-del-caffè

Come decalcificare la macchina del caffè!

Vuoi sapere come decalcificare la macchina del caffè? Bene, allora questo articolo fa certamente al caso tuo. Non ci sono dubbi che utilizzando la macchinetta del caffè in maniera più o meno assidua il calcare si possa depositare, compromettendone il corretto funzionamento. La domanda allora sorge spontanea, come si può eliminare? Sono più efficaci i rimedi moderni o in alternativa è possibile optare per un anticalcare naturale? Scopriamolo insieme! Buona lettura…

Come decalcificare la macchina del caffè: parliamo di calcare

Ecco una delle domande più frequenti che si pone chi è costretto a far i conti con questo fastidioso problema: come si forma il calcare? Quest’ultimo è presente nell’acqua a causa dello scioglimento delle rocce calcaree durante il tragitto che porta l’acqua dalla fonte fino a raggiungere la valle. A temperature elevate, poi, il calcare tende a cristallizzarsi e a precipitare. Possiamo dire, più in generale, che il calcare è causato dalla durezza dell’acqua. Quindi, se dal rubinetto di casa vostra esce “acqua dura”, inevitabilmente sarete più soggetti a far fronte questo problema.

Che cosa fare quando il calcare ostacola il corretto funzionamento della tua macchina da caffe’ a cialde o a capsule? Se non è giunto il momento di cambiarla con un prodotto nuovo, allora le soluzioni che ti proponiamo vanno bene per tutte le macchinette. Che tu debba decalcificare Dolce Gusto o decalcificare macchina caffè Mokona Bialetti le soluzioni possibili sono fondamentalmente due. Utilizzare i decalcificanti o ricorrere a metodi naturali.

Ecco come decalcificare la macchina del caffè: i decalcificanti!

Per eliminare il calcare è possibile acquistare decalcificanti chimici, ovvero sostanze che sciolte nell’acqua collaborano a prevenire la formazione del calcare. Vista la destinazione d’uso di questi prodotti e il fatto che per legge i produttori non sono obbligati ad inserire l’elenco riportante gli ingredienti presenti, è importante scegliere con cautela.

Noi ti consigliamo di utilizzare le Bustine di Decalcificante ecologico Bilt, ideali per prevenire il calcare e soprattutto perché sono ecologiche! Sono facili da usare, con scadenza regolare (circa ogni 6 mesi) e vanno bene per la macchina caffè cialde e capsule:

  • Sciogli il contenuto presente all’interno di una bustina in 1 litro d’acqua
  • Versa il composto ottenuto nel serbatoio dell’acqua
  • Inizia il ciclo di decalcificazione, o se questo è assente, fai uscire l’acqua come se stessi preparando un normale caffè
  • Risciacqua.

Alternative naturali: aceto e bicarbonato?

Se non si vogliono usare le bustine decalcificante, è possibile però ricorrere a soluzioni del tutto naturali. Vediamo insieme le principali:

  • Iniziamo con il parlare dell’aceto. Non si tratta certamente di un prodotto pericoloso, ma alla lunga può danneggiare le parti in gomma della macchina, ecco perché ne consigliamo un uso occasionale. Per una decalcificazione periodica, invece, è preferibile ricorrere all’acido citrico (circa 10 g in 1 litro di acqua).
  • Continuiamo con il bicarbonato. Possiamo dire che il bicarbonato non è pericoloso, inquina poco ed è economico, fattore che certamente non dispiace. Nonostante questi pregi, non possiamo però dire che si tratti di un’efficace alternativa contro il calcare.

  • Finiamo con l’acido citrico. Ha certamente un basso impatto ambientale, ma si trova con più difficoltà. Dove comprarlo? Lo trovi nei consorzi agrari o ancora in negozi specializzati in prodotti “naturali”. Efficace? Sì!

Pulizia e manutenzione della macchina del caffè

Parliamo adesso di manutenzione. Si tratta di un’operazione molto semplice, valida per tutte le macchinette che puoi acquistare su Saida Espresso Cialde. Per prima cosa, anche se può sembrare un accorgimento banale, devi spegnere la macchina del caffè prima di procedere con la pulizia. Fatto? Adesso puoi togliere il filtro anticalcare e il serbatoio per l’acqua, oltre tutte le parti smontabili e sciacquare sotto l’acqua corrente con una spazzola.

Asciuga ogni singola parte e procedi con la pulizia della macchina vera e propria. Aiutati con un panno umido, usando un po’ di sapone di marsiglia disciolto in acqua tiepida, e detergi tutta la superficie esterna. Una volta che tutto è asciutto puoi procedere con il rimontare tutti i singoli pezzi!

 

Ecco qui, questo è tutto ciò che c’è da sapere sul come decalcificare la macchina del caffè. Speriamo che l’articolo ti sia piaciuto. Continua a seguirci sul nostro blog, alla prossima!

capsule compatibili bialetti perche scegliere

Capsule compatibili Bialetti, perché sceglierle

Le macchine per caffè Bialetti sono ormai diffusissime. Bialetti Smart, Mokona, Tazzissima oppure Cuore, sono tutte macchine di alta qualità in grado di preparare un caffè buono come quello del bar in pochi secondi a casa nostra o in ufficio, il tutto grazie alle capsule originali oppure con le sempre più convenienti capsule compatibili Bialetti.

Dopo aver comprato la nostra macchinetta Bialetti la prima scelta da fare è capsule compatibili o originali? Le originali Bialetti hanno sicuramente molti pregi e sono di primissima qualità, puoi scegliere tra differenti aromi, da quelli più forti come il Roma fino ai più delicati come il Venezia. La gamma Caffè d’Italia di Bialetti è, infatti, unanimamente apprezzata per qualità e varietà.

Perchè, allora, dovremmo scegliere delle capsule compatibili se le capsule Bialetti sono tanto buone? I motivi sono pochi ma semplici: qualità e convenienza.

Capsule compatibili Bialetti: qualità e convenienza

La qualità delle migliori capsule compatibili Bialetti, come quelle di SA.I.DA., non hanno nulla da invidiare alle originali. Nate da un attento mix di chicci di qualità differenti, le Espresso Crema sono in grado di regalarti un caffè forte e cremoso, ideale per un pieno di energie al mattino o dopo pranzo. Non a caso, infatti, il caffè è fonte di numerosi benefici.

Il risparmio, acquistando le capsule compatibili, è molto alto. Vuoi che ti faccia un esempio pratico? Se confrontiamo il costo per avere 100 capsule originali Bialetti della gamma Caffè d’Italia e la confezione da 100 di capsule compatibili SA.I.DA. abbiamo un risparmio di quasi il 50%. Sì, hai capito bene. Infatti, per avere 100 capsule Bialetti bisogna spendere circa 35 euro, mentre ne bastano 20 per ottenere le SA.I.DA. il tutto senza rinunciare a neanche un chicco del miglior caffè tostato e macinato alla perfezione.

Quale capsula per la mia macchina per caffè Bialetti?

C’è differenza tra le capsule compatibili Bialetti Cuore e le capsule compatibili Bialetti Mini Express? Probabilmente è questa la domanda che ti stai ponendo. La risposta è no. Così come per le originali, anche le compatibili sono utilizzabili per l’intera gamma Bialetti, compresa la Bialetti Smart, l’ultima creatura della casa bresciana inventrice della moka.

Rivestite in alluminio, la capsule Bialetti e le compatibili del pari, hanno tutte la stessa forma in modo da permettervi di usarle su tutto l’assortimento di macchine da caffè della casa senza dover cambaire le vostre scorte di caffè in capsula al momento di cambiare macchinetta.

Hai a casa un modello vecchio ad esempio di Mokona o Tazzissima? Non temere, sarà sufficiente acquistare per pochissimi euro un adattatore e potrai usare le capsule e cialde compatibili Bialetti in modo facile, sicuro, economico godendo di un ottimo caffè.

Hai ancora qualche dubbio sul perché conviene scegliere le capsule compatibili Bialetti? Speriamo di esserti stati utili e di aver fugato ogni tuo dubbio! Continua a seguire il nostro blog, alla prossima!

come pulire macchina caffè

Come pulire macchina caffè

Vuoi sapere come pulire macchina caffè in modo semplice e veloce? Allora questo articolo è ciò che ti serve! Continua a leggere e scopri le soluzioni migliori per detergere e prenderti cura della tua macchina caffè cialde o capsule. Perché è necessario farlo bene? La risposta è semplice. Poter bere a casa un buon caffè espresso italiano, come quello del bar.

Pulire macchina del caffè: perché farlo?

Innanzitutto è importante capire che per ottenere un ottimo caffè non basta una buona macchina espresso, ma è necessario anche pulirla in modo corretto, dal momento che anche da questo dipende il gusto del caffè che bevi.

Ad oggi è possibile pulire le macchine del caffè in vari modi, dai più classici metodi fai da te fino all’utilizzo di tavolette decalcificanti, utili per risolvere facilmente problemi di calcare, perfette per preservare nel tempo la tua macchinetta. In generale, è consigliabile effettuare la manutenzione ogni 300 caffè o almeno fare una decalcificazione ogni tre-quattro mesi.

Pulizia e manutenzione delle macchine caffè cialde e capsule

Per capire come pulire macchina caffè in modo semplice e veloce basta seguire pochi passaggi. Le operazioni da eseguire sono uguali per tutte le macchine da caffè che è possibile acquistare su Saida Espresso Cialde, compatibili con le migliori capsule e cialde Saida. Non a caso, ad esempio, le macchine caffè Didiesse Frog e la macchina da caffè Faber presentano il raccogli gocce, indispensabile per effettuare una periodica ed efficace pulizia senza intoppi.

Come pulire macchina caffè: acqua e sapone

Iniziamo con il dare un consiglio che può sembrare all’apparenza banale, ma non lo è quando parliamo di come pulire macchina caffè. Prima di procedere con la pulizia delle macchinette caffe è indispensabile spegnerle. E chiaramente, aspettare che si raffreddino. Fatto? Bene. Adesso puoi rimuovere il filtro anticalcare e il serbatoio dell’acqua. Procedi con il lavaggio di tutte le parti che si possono facilmente smontare e sciacquare sotto l’acqua corrente. Per una maggiore efficacia, adopera in questa fase una spazzola a setole morbide.

Dopo aver lavato tutte le componenti sotto l’acqua ed eliminato i residui presenti di caffè, asciuga con un panno asciutto le parti interessate. Fatto ciò puoi anche procedere con la pulizia della macchina del caffè. Ricorda di non usare prodotti sgrassanti aggressivi, al massimo un po’ di sapone di Marsiglia precedentemente sciolto in acqua tiepida. Per rendere la parte esterna della macchinetta lucida e brillante, immergi il panno nell’acqua e poi strizzalo per bene prima di passarlo su tutta la superficie. Fatto? Asciuga e rimetti al loro posto tutti i pezzi.

Ecco come decalcificare la macchina del caffè

Come decalcificare la macchina del caffè è una cosa importante da sapere. Le macchine da caffè cialde e capsule accumulano infatti molto calcare. Per tale motivo è consigliabile usare un prodotto decalcificante per risolvere tale problema. Non vi sono dubbi che la periodicità della decalcificazione è strettamente legata anche alla durezza dell’acqua erogata all’interno della tua abitazione.

Esistono diversi metodi per decalcificare al meglio le macchine del caffè, con pastiglie anticalcare o con metodi naturali, conosciuti anche metodi della nonna. Vediamoli nel dettaglio.

Pastiglie decalcificanti, addio calcare

L’uso del decalcificante in pastiglie rappresenta la migliore alternativa al fai da te. In questo caso, basta sciogliere in acqua tiepida una pastiglia e versare il composto ottenuto all’interno del serbatoio. Adesso accendi la macchina e procedi con l’erogazione dell’acqua e fai defluire due tazze grandi di acqua. Ripeti questa operazione ogni 10 minuti e riempi due tazze grandi. Procedi fino a quando la soluzione non sarà del tutto esaurita all’interno del serbatoio.

Finita la procedura estrai il serbatoio, lavalo e riempilo d’acqua. Dopo averlo riposizionato sulla macchina, procedi nuovamente con 4-5 erogazioni a intervalli di due minuti. Anche stavolta sarà necessario svuotare nuovamente tutta l’acqua contenuta nel serbatoio. Questo aiuterà a sciacquare e ripulire tutti i circuiti interni.

Elimina il calcare con metodi naturali

Quando si opta per il Fai da te è consigliabile informarsi sull’anticalcare da usare, anche se con le soluzioni casalinghe non vi sono rischi particolari. In generale, si ricorre all’utilizzo di acido citrico o aceto per decalcificare al meglio la macchina caffè.

  • 180 g di acido citrico sciolto in un litro d’acqua. Questa la prima soluzione per eliminare il calcare non solo dalle macchinette ma anche da lavatrice, lavastoviglie e ferro da stiro. Versa la soluzione nel serbatoio della macchinetta ed eroga l’acqua per 20 secondi circa. Spegni e ripeti l’operazione ogni 15 minuti fino ad esaurire l’acqua contenuta all’interno del serbatoio stesso. Alla fine del procedimento risciacqua il serbatoio. Recupera le cialde o le capsule già usate per eliminare tutti i residui di acido citrico presenti.
  • Una seconda opzione sul come pulire macchina caffè è la seguente: un litro di aceto e un contenitore. Questi sono gli elementi indispensabili per decalcificare la macchina del caffè in modo naturale. Poni il contenitore sotto i filtri della macchina del caffè (dove generalmente metti le tazzine). Svuota la vaschetta dell’acqua e versa al suo interno mezzo litro di aceto puro. A questo punto puoi accendere la tua macchinetta e fai fuoriuscire l’aceto. Un’ultima erogazione con acqua tiepida, possibilmente distillata, è ideale per risciacquare i circuiti ed eliminare i possibili residui di aceto.

Ancora un consiglio. Non usare il bicarbonato come decalcificante.

Previeni la formazione del calcare

Il calcare si forma nel corso del tempo perlopiù a causa della durezza dell’acqua. Questo può chiaramente essere un fattore che incide sul danneggiamento della macchinetta, influenzando inoltre il sapore del caffè erogato. Per evitare che ciò accada è consigliabile prevenire, ricorrendo a sostanze che addolciscano l’acqua senza alterarne le proprietà chimico-fisiche dell’acqua.

Questo tutto ciò che c’è da sapere sul come pulire macchina del caffè. Speriamo che i nostri consigli possano esserti utili.

come fare la crema di caffe saida espresso cialde

Come fare la crema di caffè fredda!

Vuoi sapere come fare la crema di caffè fredda in casa? Tranquilla, bastano pochi minuti per prepararla e procurarsi alcuni indispensabili ingredienti per goderti quando vuoi una deliziosa pausa caffè fresca e rigenerante. Leggi il nostro articolo e scopri come prepararla alla perfezione!

Crema fredda al caffè, ecco cosa fare!

Iniziamo subito con il dire che la ricetta crema fredda al caffè è certamente golosa, simile a quella del bar. Preparando la crema caffè a casa, puoi però essere sicura degli ingredienti che usi, certamente di qualità e genuini. La crema fredda al caffè è ideale come spuntino pomeridiano, soprattutto in estate. Inoltre, essendo buona e cremosa, questo dessert al caffè è perfetto anche dopo pranzo, come degno sostituto di un espresso caldo.

Ingredienti per la ricetta crema caffè

Prima di passare alla preparazione e rispondere alla domanda, come fare la crema di caffè, è importante ricordarsi che:

  • Tempo di preparazione della ricetta crema di caffè: 15 minuti
  • Tempo totale richiesto per la crema ricetta: 3 ore e 15 minuti

Ecco le dosi per 4 persone:

  • 150 ml di caffè Borbone
  • 150 ml di panna
  • 1 cucchiaio di zucchero a velo
  • Panna montata/cannella in polvere/cacao amaro (a scelta come decorazione finale)

Strumenti usati per la preparazione

Per la crema di caffè ricetta sono indispensabili pochi strumenti, questi sono:

Se non hai a casa una macchina del caffè, ecco qualche consiglio sul come scegliere le migliori macchine da caffè a cialde.

 

Come fare la crema di caffè: preparazione

Per preparare a casa un’ottima crema fredda al caffè, il punto di partenza è fare il caffè con la propria macchinetta. Fatto? Bene, adesso versalo in un contenitore e fallo raffreddare. Per abbassare maggiormente la temperatura riponilo in frigo.

Dopo aver fatto freddare il caffè è possibile zuccherarlo in base ai tuoi gusti (più o meno dolce). Continua la preparazione montando la panna, usando il tuo sbattitore o la planetaria e aggiungi a poco a poco il caffè, continuando la lavorazione.

Per continuare la crema caffè ricetta versa il composto ottenuto in un contenitore adatto al freezer e lasciala riposare per alcune ore. Prima di servirla, arricchiscila con un po’ di panna o con una spolverata di cannella/cacao amaro.

 

Conservazione della crema di caffè

Considera questo: puoi conservare in frigo la crema al caffè per un giorno, ma non ti consigliamo di congelarla! Mi raccomando!

 

Consigli utili sulla crema di caffè

Ecco un’altra cosa. Compreso come fare la crema di caffè a casa, ecco per te alcuni consigli utili:

  • Fai riposare la crema in congelatore per circa 3 ore ma stai attenta che non congeli. Per evitare che ciò accada, mescolala con costanza (almeno ogni mezz’ora).
  • Per abbassare il punto di congelamento puoi anche sostituire 10g di zucchero presente in ricetta con 10g di destrosio, oppure, aggiungere una piccola quantità di liquore al caffè. Anche l’alcol, infatti, svolge un’azione ritardante nel congelamento.
  • Si tratta di un dessert al caffè fatto senza uova. Questa caratteristica lo rende piuttosto leggero e facilmente digeribile. Quindi? Ideale anche per le donne in gravidanza.
  • Per una ricetta crema light sostituisci la panna tradizionale con una vegetale, per un risultato delizioso e meno calorico!

 

Questi i nostri suggerimenti sul come fare la crema di caffè, speriamo che la nostra ricetta semplice ti sia piaciuta, alla prossima!

quali macchine da caffe scegliere a cialde

Macchine da caffè a cialde: come sceglierle?

Se cerchi macchine da caffè a cialde, e non sai quali caratteristiche devono avere, questo articolo fa al caso tuo. Capacità del serbatoio, stile e facilità d’utilizzo sono soltanto alcuni dei requisiti che non possono mancare. Scopriamo insieme quali sono le macchine per caffè a cialde più gettonate, per non rinunciare mai ad una gustosa pausa e agli effetti benefici del caffè.

Macchine da caffè a cialde, occhio alla capacità

Per prima cosa, quando si vuole acquistare una macchina caffè cialde, è necessario considerare la capacità del serbatoio dell’acqua. Perché? Per rendersi conto di quanti caffè consecutivi è possibile fare, senza preoccuparsi di aggiungere continuamente acqua. Se stai pensando alle macchine caffè che ne fanno due contemporaneamente, ricorda che alcuni modelli non distribuiscono il caffè in maniera del tutto equa tra le tazzine di caffè.

Marchi e stile delle macchinette caffè in cialde

Considera questo. Ad oggi importanti marchi, quali:

  • Faber
  • Lavazza
  • Didiesse
  • Grimak
  • Bialetti
  • Lollo caffè

hanno realizzato per i propri clienti diversi tipi di macchinette, facilmente reperibili anche online. Sicuramente in commericio è possibile trovare anche modelli economici, ma la domanda è: il caffè è ugualmente buono? A nostro parere, la soluzione ideale è cercare sempre di ottenere una macchina del caffè che rispecchi il miglior rapporto qualità/prezzo.

Ancora? Se sei un amante del design considera che la maggior parte dei migliori brand produce macchine caffe’ dalle linee accattivanti e dai mille colori, per soddisfare i gusti di tutti gli appassionati del buon caffè espresso italiano! Continua a leggere per scoprire quali sono le nostre proproste…

Facilità d’uso delle macchine per caffè a cialde

Preso al bar e fatto da chi ha competenza in materia sembra veramente semplice. Usare in modo ottimale una macchinetta da caffè a cialde (considerando: leve, bottoni e filtri) può rivelare qualche sorpresa. Ecco perché è importante optare per modelli “semplici” e facilmente utilizzabili, o per meglio dire: a prova di bimbo!

Parliamo di velocità e di vaschette

Allo stesso modo, tra le numerose caratteristiche, è importante valutare anche la velocità. In genere, le macchinette impiegano meno di 15 secondi, a differenza di quelle più economiche (che possono impiegare anche 30 secondi prima di smettere di gocciolare del tutto).

Considerato quanto detto sopra, anche la vaschetta raccogli gocce ha la sua importanza. Cosa considerare? Semplicità con cui si alza e si rimuove la vaschetta, evitando di spargere ovunque il caffè.

In base a quanto detto, vediamo insieme alcuni modelli di macchine caffè cialde che possono rispondere alle tue esigenze. Ecco quindi le migliori macchine da caffè a cialde prezzi vantaggiosi e di alta qualità!

Macchina da caffè Faber

Dunque, iniziamo con la macchina da caffè Faber. Si tratta certamente di prodotti dal design moderno e compatto, disponibili in tantissimi colori. Le macchine per caffè, ideali per un uso casalingo ma anche per un ufficio o per uno studio, si caratterizzano per linee pulite e lineari e una struttura solida e robusta, dalle dimensioni perfette! Questa macchina da caffè a cialde è sfruttabile con tutte le cialde ESE, ovvero le classiche filtro carta 44 mm.

Inoltre, i modelli della Faber sono disponibili in tantissimi colori. Generalmente si tratta di due colori, ovvero: uno per la parte centrale e un altro per le scocche laterali. Le diverse tonalità, dalle più tenui alle più allegre, si adattano perfettamente ad ogni ambiente!

Macchina da caffè Grimac

Analogalmente, anche la Grimac, azienda leader con esperienza trentennale nel settore, presenta macchine da caffè Grimac in grado di assicurare un ottimo caffè in tazza. L’azienda possiede più di 20 brevetti, segno tangibile di costante ricerca e innovazione. I modelli di spicco in cialde sono la Terry e la Dada (quest’ultima a due bracci).

La macchina da caffè Terry è ideale sia per un utilizzo casalingo sia per un ufficio, distinguendosi per facilità d’uso e affidabilità della macchina stessa. Tra le sue caratteristiche spiccano:

  • Serbatoio da 3 litri
  • Depuratore d’acqua incorporato
  • Sistema di scambio termico in ottone
  • Potenza W 550
  • Voltaggio 230 V
  • Termostato 98 gradi
  • Carrozzeria in ABS e metallo

Anche Terry è disponibile in diversi colori, allegri e perfettamente abbinabili a qualsiasi tipo di arredamento.

Macchina da caffè Didiesse

Certamente tra le più richieste è la macchinetta Frog Didiesse, bella da guardare e facilissima da usare. Disponibile in numerosissimi colori, ecco le sue caratteristiche:

  • Solo 6,5 kg di peso
  • 650 watt di potenza
  • Linee sinuose e compatte
  • Assenza di serbatoio

Con Didiesse Frog il caffè non solo è buono e cremoso ma ha anche la perfetta temperatura. Inoltre, la possibilità di inserire direttamente la bottiglia dell’acqua, fattore non comunissimo, consente di evitare che all’interno del serbatoio si possa formare del calcare.

Queste le nostre proposte per la scelta delle migliori macchine da caffè a cialde ad oggi presenti sul mercato. Speriamo che questo articolo ti sia stato utile, alla prossima!

capsula-compatibile-dolce-gusto-nescafe

Capsula compatibile Dolce Gusto: ecco la migliore

Sei un amante del caffè e ti stai chiedendo quale sia la capsula compatibile Dolce Gusto? Allora questo articolo fa per te! Scegli tra le migliori compatibili Nescafè Dolce Gusto tra ToDa caffè, Ristora e SA.I.DA. Espresso Cialde e gustati il tuo espresso italiano comodamente a casa tua!

Perché scegliere una capsula compatibile Dolce Gusto?

I caffè non sono tutti uguali e questo discorso vale certamente anche per le capsule compatibili Dolce Gusto di Nescafè. Il perché è molto semplice! Le dolcegusto sono la soluzione perfetta per godersi a casa propria un espresso italiano come quello fatto al bar, oltre una serie di bevande ricoperte da una schiuma perfetta.

Tutte le capsule compatibili sono confezionate singolarmente e in maniera del tutto ermetica, per mantenere inalterato il sapore e l’inconfondibile profumo. Optare per una compatibile vuol dire poter scegliere, per sé e per i propri cari, un prodotto sempre diverso, dall’aroma unico e inconfondibile ad un prezzo d’occasione.

Con le compatibili Dolce Gusto puoi degustare il vero caffè espresso italiano in tutte le sue diverse sfaccettature: intenso, cremoso o corposo. L’unico limite? Il tuo gusto!

Se vuoi sapere quali sono le marche migliori di capsule Nescafè Dolce Gusto compatibili anche con la Macchinetta Dolce Gusto, continua  a leggere…

Capsule Dolce Gusto compatibili ToDa

Iniziamo subito con To.Da. Caffè, azienda presente sia sul mercato nazionale che internazionale. Le Capsule Dolce Gusto compatibili ToDa sono la soluzione ideale che ti permette di scegliere tra diverse e squisite miscele di caffè, ad un prezzo d’eccezione, quali ad esempio:

  • Dolce latte e The
  • Capuccino
  • Cioccolata
  • Ginseng
  • Nocciolino
  • Capciock
  • Cortada
  • The al Limone

Come vedi To.Da Caffè ti offre le migliori compatibili di alta qualità siciliana per poter gustare quando vuoi un caffè di ottima fattura e dal sapore unico. Prodotti dal sapore singolare, per chi desidera godersi una bevanda originale!

Ristora, Dolce Gusto capsule compatibili

Continuiamo con il parlare di Ristora, azienda leader nella produzione di prodotti istantanei, tra i quali possiamo ricordare: the, cioccolata, camomilla e numerose altre bevende rinfrescanti ed energetiche.

Quando parliamo di capsula compatibile Dolce Gusto non possiamo fare a meno di ricordare le compatibili Dolce Gusto Ristora, apprezzate per il loro gusto, la qualità dei chicchi e per la facilità d’uso dei propri prodotti.

Sempre più richieste infatti sono le capsule Ristora compatibili:

  • Caffè e ginseng
  • Cioccolato e arancia
  • The limone
  • Tisana relax
  • Camomilla e arancia 
  • Cappuccino

 Compatibili SA.I.DA. Espresso Cialde

Anche SA.I.DA Espresso Cialde fornisce ai veri intenditori un caffè dal gusto deciso e corposo, riuscendo a soddisfare anche i palati più esigenti in fatto di caffè con la sua capsula compatibile Dolce Gusto!

Per una miscela dal gusto forte e cremoso, per un caffè tostato alla perfezione la scelta è già servita!

Questi i nostri consigli sulla scelta della migliore capsuala compatibile Dolce Gusto, qualità e convenienza in un’unica soluzione!

Caffè Kopi Luwak, una delle miscele più costose al mondo!

Hai mai sentito parlare del cosiddetto caffè Kopi Luwak? Si tratta di una miscela che si può certamente definire “naturale”! Scopriamo insieme il perché in questo articolo!

Questa particolare varietà di caffé nasce in Indonesia e nello specifico nelle isole di Sumatra, Sulawesi, Giava e Bali. Qui si produce il Kopi Luwak, il caffè ottenuto con i chicchi di caffè maturi che si trovano sugli alberi delle piantagioni, mangiati ed evacuati da un simpatico animaletto conosciuto con il nome di Civetta delle Palme o Zibetto delle Palme, animale carnivoro caratteristico dell’Asia sud-orientale che si alimenta fondamentalmente  di frutta, insetti, uova e bacche di caffè.

Il costo elevato del caffè Kopi Luwak

La Civetta delle Palme si nutre di questi frutti che non riesce a digerire completamente, motivo per cui i chicchi vengono espulsi dall’animale sotto forma di feci. Nello specifico, gli enzimi che si trovano nello stomaco del Luwak riescono a scalfire soltanto la parte superficiale del frutto del caffè. Smaltendo le proteine, che come risaputo rendono il caffè amaro, lo Zibetto produce un caffè dal sapore dolce. Ed ecco spiegato il motivo per cui questo è il caffè più costoso del mondo (o almeno uno dei più costosi) ad oggi presenti sul mercato.

Un caffè pregiato

Il caffè Zibetto, dopo essere stato defecato, può essere raccolto. A farlo ci pensano squadre di lavoratori, addetti a questo specifico compito. Con grande attenzione e cura, gli operai cercano di raccogliere tutti i chicchi, senza perderne uno. Il caffè viene poi portato in appositi siti di stoccaggio e depurati dagli scarti. Soltanto dopo un accurato lavaggio i chicchi sono pronti per essere tostati. Dopo la tostatura del caffè, la pregiata miscela, conosciuta in tutto il mondo con questi nomi (Kopi Luwak Coffee o Civet Coffee), ha come già detto un aroma diverso dagli altri. Secondo il parere degli itenditori, oltre importanti proprietà organolettiche, questo caffè ha un gusto delicato e un retrogusto di cioccolato e caramello.

Il caffè defecato, chiaramente, ha una produzione molto limitata. Questa si estende in particolar modo al mercato giapponese e statunitense. Il prezzo caffè del Kopi Luwak è molto alto, si tratta infatti di pagarlo dai 300 ai 600 euro al chilogrammo. Questo che vuol dire? Che una tazza di caffè di Zibetto costa dai 10 euro a salire!

Produzione intensiva, sì o no?

Questo caffè ha origini molto antiche. Gli indigeni furono i primi a raccogliere queste bacche in parte digerite dallo Zibetto. Ad oggi, più di 50 tonnellate di caffè Kopi Luwak provengono da allevamenti intensivi. Questo fatto ha avuto ampia risonanza tra gli ambientalisti, inducendo i ricercatori ad ottenere questa preziosa miscela in laboratorio.

Proprio per tal motivo Matthew Ross, imprenditore inglese, ha tentato di salvaguardare e di portare avanti la produzione ecosostenibile di questo caffè, producendolo alla vecchia maniera. A raccogliere il caffè prodotto dalla Ross Kopi sono i contadini di Sumatra. Chiaramente la sua produzione molto limitata garantisce la completa tutela e salvaguardia dello Zibetto. Allo stesso tempo rappresenta un sostentamento per le famiglie che vivono ancora nella regione montuosa di Sumatra.

Se vuoi assaggiare il caffè Kopi Luwak puoi trovarlo in siti specializzati. Ma se l’idea di bere un caffè defecato non ti fa impazzire e preferisci un ottimo espresso italiano, fatto con la migliore qualità di caffè Arabica e Robusta, lo trovi soltanto su Saida Espresso Cialde al miglior prezzo della rete! A te la scelta!

Caffè Arabica, caratteristiche e qualità del buon caffè!

Il caffè Arabica, grazie alle sue particolari caratteristiche, è ad oggi la qualità di caffè più apprezzata da coloro che preferiscono una bevanda dalla tostatura leggera, con note dolci e un aroma fruttato.

La selezione della migliore varietà per la creazione di una miscela perfetta, in grado di soddisfare i palati più esigenti, è compito dei produttori che in tal frangente mettono in gioco non solo la loro competenza ma anche la loro creatività. È importante tenere a mente, infatti, che quando parliamo di caffè di qualità, quest’ultima è data da numerosi fattori:

  • Tipologia di coltivazione (terreno e altitudine)
  • Metodo di raccolta
  • Lavorazione e tostatura dei chicchi
  • Conservazione, trasporto e magazzinaggio del prodotto stesso.

Fiori, frutti e chicchi del Caffè 100 Arabica

Ad oggi esistono numerose specie di Coffea, la pianta del caffè che fa parte della famiglia botanica delle Rubiacee. Tra le oltre 90 specie, la qualità più rinomata, ovvero la Coffea Arabica, copre più del 59% della produzione mondiale di caffè.

Il Caffè Arabica e la Robusta, quest’ultima conosciuta anche con il nome di Coffea Canephora, rappresentano le specie più usate dall’uomo per la realizzazione del caffè, ritenuto una delle bevande più apprezzate e diffuse al mondo.

La pianta di caffè Arabica cresce in zone tropicali ed equatoriali. Con l’inizio delle piogge inizia anche la sua fioritura, bianca e profumata. All’incirca dopo otto o nove mesi spuntano i primi frutti: drupe rosse, brillanti, belle e carnose come fossero ciliegie. È importante, sottolineare, che ad ogni pioggia si avvia una nuova fioritura, motivo per cui sulla pianta è possibile trovare contemporaneamente sia fiori che frutti acerbi e maturi. Ecco perché quando si procede con la raccolta è necessario che questa venga fatta accuratamente da personale specializzato.

Caffè Arabica e i suoi chicchi

Il chicco di caffè Arabica, ovvero il seme della pianta che si trova all’interno del frutto, è piatto e allungato, con un solco sinuoso, a differenza del chicco di qualità Robusta che si presenta con una forma più arrotondata e un solco più o meno dritto.

Le principali differenze tra il caffè Arabica e Robusta si riscontrano non soltanto nel gusto e nel luogo di coltivazione, ma soprattutto nella loro composizione genetica: l’arabica, infatti, presenta 44 cromosomi mentre la robusta ne ha 22. La Robusta, inoltre, presenta un più alto livello di caffeina rispetto all’Arabica.

In tazza il caffè arabica, infine, dà vita ad un espresso profumato e dolce, dal retrogusto a volte caramellato. La crema del caffè è di un delicato e gradevole color nocciola chiaro, tendente al rossiccio.

SA.I.DA. Espresso Cialde: il miglior caffè Arabica!

Se desideri gustare a casa tua o in ufficio un buon caffè Arabica 100 su SA.I.DA. Espresso Cialde trovi le migliori cialde e capsule compatibili per sorseggiare in qualsiasi momento della giornata un buon espresso Made in Italy dal gusto unico e dalla miscela inimitabile.

Le nostre cialde e capsule, compatibili Nespresso, Caffitaly, Lavazza, Bialetti e con tutte le migliori marche ad oggi presenti sul mercato, sono realizzate con il caffè nato dalla selezione dei più pregiati chicchi di caffè Arabica e Robusta, scelti per regalarti un caffè sempre buono, deciso e cremoso come lo gusteresti al bar.

Ordina le tue cialde online su saidaespressocialde.com e goditi il tuo caffè Arabica al prezzo migliore della rete.

Caffè Borbone, il re del caffè diventa Green!

Tutti conoscono l’eccellenza del caffè Borbone, ma non tutti forse sanno che da tempo questa importante realtà nel campo del caffè monodose, sia a livello nazionale che internazionale, ha rivolto la sua attenzione alla salvaguardia dell’ambiente e soprattutto alla biodiversità. Il caffè Borbone diventa Green e lo fa a modo suo, nel segno dell’eccellenza e della qualità!

Non a caso, in particolar modo negli ultimi anni, le tematiche ambientali sono sempre più al centro dell’attenzione e del sentire comune. Questa crescente sensibilità porta inevitabilmente  con sé una graduale quanto irreversibile inversione di tendenza, della quale è importante sottolineare la rilevanza a livello globale.

Caffè Borbone, vicino l’ambiente

Da tempo il noto brand italiano focalizza la sua attenzione su un prodotto finito, sia per il caffè Borbone cialde che capsule, che rispetti quanto più possibile l’ambiente.

Nasce così la cialda compostabile, ovvero una cialda che racchiude in sé una doppia vita. Se infatti da un lato le cialde Borbone consentono di ottenere un prodotto di qualità, dall’altro lato danno la possibilità di salvaguardare l’ambiente presentando un prodotto realizzato con materiale organico in grado di diventare, attraverso un processo biologico, compost sfruttabile per la concimazione dei terreni.

Scegli il tuo caffè Borbone online

Oggi puoi scegliere e acquisteare le tue cialde caffè comodamente online e ottenere un prodotto di qualità che ha in sé il piacere del gusto del vero espresso italiano e la sicurezza  anche dopo il suo uso, il tutto senza dover rinunciare ad una ricca varietà di miscele:

Cialde Filtro Carta ESE 44mm Borbone Rosso: per chi desidera un espresso forte, deciso e corposo, per iniziare al meglio la gioranta!

Cialde Filtro Carta ESE 44mm Borbone Nero: una miscela tostata alla perfezione per un caffè unico e deciso.

Cialde Filtro Carta ESE 44mm Borbone Blu: per un espresso napoletano, corposo ed energico, da degustare da soli o in compagnia!

Cialde Filtro Carta ESE 44mm Borbone Oro: perché accontentarsi quando si può avere per sé la massima espressione della tradizione napoletana? Borbone Oro, solo per veri intenditori.

Cialde Filtro Carta ESE 44mm Borbone Verde Decaffeinato: la scelta giusta per chi desidera, in ogni momento della giornata, tutta la dolcezza del vero espresso italiano ma… decaffeinato!

Stai cercando il caffè Borbone in offerta? Acquista il caffè Borbone a Palermo presso il nostro punto vendita in via Eugenio Leotta 13 o acquistalo online con consegna in tutta Italia su saidaespressocialde.com al miglior prezzo della rete!